Risotto avocado, basilico e formaggio stagionato Silter DOP

Difficoltà: Bassa
Preparazione: 10 min
Cottura: 15 min
Dosi per: 4 persone

Ingredienti:
300 gr di riso arborio (o altro riso da risotto)
1 cipollotto fresco
1 avocado maturo
¼ di lime
Un mazzo di basilico – abbondante
Formaggio Silter DOP qb
Sale, pepe, olio d’oliva q.b.

Risotto avocado, basilico e formaggio stagionato Silter DOP

Risotto con crema di avocado, basilico e formaggio stagionato Silter DOP della Valcamonica

Una ricetta originale e creativa in cui il riso, l’avocado e il formaggio stagionato di alta montagna si incontrano per creare un primo piatto fresco dal gusto delicato e artigianale.
Un risotto leggero e goloso che profuma d’estate grazie ad una spruzzatina di lime. Un risotto che nella sua delicatezza profuma di montagna grazie alla fragranza di erbe e di essenze di montagna del Silter, un formaggio tipico della Valle Camonica prodotto esclusivamente in alpeggio con latte crudo di vacche di bruna alpina tra il Lago d’Iseo e il Passo del Tonale e di Gavia.

Preparazione risotto con avocado, basilico e Silter DOP

Fate soffriggere a fuoco lento il cipollotto tritato, utilizzandone anche la parte verde. Mettete il riso, lasciate amalgamare un minuto con il soffritto, quindi unite dell’acqua calda che lo ricopra per due volte il suo volume circa. Salate, mescolate e fate cuocere a fuoco dolce mescolando di tanto in tanto. Se il liquido dovesse assorbirsi velocemente (dipende dal riso che avete scelto) aggiungete poca acqua, sempre calda.

Mentre il risotto cuoce, mettete la polpa dell’avocado in un frullatore con il basilico ben lavato, un pizzico di sale, un filo d’olio d’oliva, e il succo dello spicchio di lime.

Quando il riso sarà cotto e tutta l’acqua si sarà assorbita – lasciatelo all’onda, spegnete la fiamma e unite il formaggio Silter DOP grattuggiato e la crema di avocado e basilico mescolando bene perché si amalgami. Aggiustate di sale, pepe e ancora un filo d’olio a crudo.

Et voilà! Il vostro risotto è servito.

 

Ricetta di CiaoGnari Enoteca Italiana di Parigi

Quali prodotti ti consigliamo per questa ricetta?

Rispondi